NUMERO MINIMO ADESIONI: 25

Viaggio Limited: ROMA INSOLITA

  • Cortile_del_Belvedere_2011
  • Giovanni_antonio_dosio,_cortile_del_belvedere_secondo_il_progetto_del_Bramante
  • vatican vaticano roma rome lazio latium italia italy nature sea beach sun summer town city light landscape free europe europa eu wallpaper michael castielli resolution vacation holiday travel flight Creative Commons CC0 CC Zero
  • Vatican_Museums_2011_6



Adesioni entro il: 12 OTTOBRE
Inserisci i tuoi dati e verifica la disponibilità.
  • Data Partenze: 28 OTTOBRE
  • Struttura:
  • Località: ROMA
  • Durata: 1 giorno
  • Trattamento:
  • Sistemazione:

LA ROMA CHE NON AVETE MAI VISTO ... 

 
ARCHIVIO SEGRETO DEL VATICANO
Su gentile concessione della Prefettura si potrà visitare una zona non accessibile al pubblico. Le antiche bolle pontificie e gli antichi documenti nel bunker dell'Archivio Segreto, i meravigliosi affreschi cinquecenteschi nelle sale all'interno della Torre dei Venti, realizzati da papa Gregorio XIII in vista della riforma del calendario. Dalla sommità della torre si gode uno tra i più affascinanti panorami di Roma. Apertura straordinaria per l'associazione. La visita sarà coadiuvata da personale specializzato dell'Archivio ..

TORRE DEI VENTI
Costruita tra il 1578 e il 1580 dal bolognese Ottaviano Mascherino, l'edificio deve servire principalmente a favorire gli studi astronomici per la riforma del Calendario. Costituita da due piani e da un piano intermedio, la Torre dei Venti fu riccamente affrescata, tra il 1580 e il 1582, in gran parte con scena biblica, con paesaggi della Roma dell'epoca o fantastici, rispetto ai fratelli Paul e Matthijs Bril. Al primo piano si trova la famosa Sala della Meridiana, originariamente organizzata da un loggiato aperto, adibito alle osservazioni astronomiche; nel 1627 Urbano VIII fece chiudere le arcate della loggia, che per l'occasione furono adornate con grottesche all'opera di Simone Lagi e di altri; Alessandro VII ne fece poi la prima residenza della regina Cristina di Svezia, appena convertita al Cattolicesimo. La Sala prende il nome dalla meridiana realizzata, assieme all'anemoscopio, da Ignazio Danti, membro della Commissione della riforma del calendario, in occasione del suo arrivo a Roma nel 1580. La meridiana è costruita da una linea retta in marmo bianco che corre lungo il pavimento, parallelo alla direzione Nord-Sud, il cui scopo era di misurare l'altezza del sole a mezzogiorno secondo le stagioni meteorologiche: il raggio solare filtra da un foro praticato sulla parete sud, proiettando sulla meridiana un disco luminoso. Le osservazioni ricevute per mezzo di tale strumento confermarono la ricezione delle correzioni apportate al calendario giuliano dalla riforma gregoriana. L'anemoscopio, fissato al soffitto della Sala della Meridiana, fu costruito dal Danti ricorrendo ad un congegno meccanico per consentire la selezione della direzione dei venti e quindi la loro identificazione; il meccanismo, però, smise di funzionamento quasi subito. Gli affreschi della parete ovest (Naufragio di S. Paolo a Malta) e sud (La tempesta sedata e L'indemoniato geraseno) sono opera del Pomarancio, autore anche dell'affresco intermedio (L'Angelo che segna la fronte degli eletti); la volta fu affrescata con le Allegorie delle Stagioni da Matteino da Siena o dallo stesso Pomarancio. Nel 1891 Leone XIII istituì la Specola Vaticana e le assegnò come sede la Torre dei Venti, il cui tetto fu sostituito da un terrazzo per consentire le osservazioni astronomiche. Gli affreschi della parete ovest (Naufragio di S. Paolo a Malta) e sud (La tempesta sedata e L'indemoniato geraseno) sono opera del Pomarancio, autore anche dell'affresco intermedio (L'Angelo che segna la fronte degli eletti); la volta fu affrescata con le Allegorie delle Stagioni da Matteino da Siena o dallo stesso Pomarancio. Nel 1891 Leone XIII istituì la Specola Vaticana e le assegnò come sede la Torre dei Venti, il cui tetto fu sostituito da un terrazzo per consentire le osservazioni astronomiche. Gli affreschi della parete ovest (Naufragio di S. Paolo a Malta) e sud (La tempesta sedata e L'indemoniato geraseno) sono opera del Pomarancio, autore anche dell'affresco intermedio (L'Angelo che segna la fronte degli eletti); la volta fu affrescata con le Allegorie delle Stagioni da Matteino da Siena o dallo stesso Pomarancio. Nel 1891 Leone XIII istituì la Specola Vaticana e le assegnò come sede la Torre dei Venti, il cui tetto fu sostituito da un terrazzo per consentire le osservazioni astronomiche.

PROGRAMMA DI MASSIMA

Partenza alle ore 8.00 da Perugia - P.le Unicredit Madonna Alta. Arrivo a Roma zona Vaticano tempo libero. Primo pomeriggio appuntamento al cancello di porta Sant'Anna per disbrigo delle formalità d'ingresso; al termine nel tardo pomeriggio partenza per il rientro. Soste e cena libera durante il tragitto. Arrivo previsto in serata.

 

PAC2000A

Scarica il Report Annuale della nostra cooperativa.